Tradizione

Vittorio, avvertendo sempre più la nostalgia delle proprie origini, decide di portare Ortensia a vivere in Italia e stabilisce la sua attività nel suo paese natìo, Conflenti. Il poeta locale Vittorio Butera gli dedica un componimento in dialetto locale dal titolo: “A Bbittorio de Rafela, Diu di riujiari” (A Vittorio di Raffaella, Dio degli Orologiai).